Perché gli estratti sono consigliati tra un pasto e l’altro

Perché gli estratti sono consigliati tra un pasto e l’altro

Una delle più grandi insidie quando si cerca di mantenere il proprio peso forma è rappresentato da quella costante sensazione di fame che si fa ancora più insistente nei periodi di maggior stress e stanchezza.

Tutto questo ci induce a consumare più pasti lungo l’arco della giornata, anche al di fuori dei canonici orari, e complice la mancanza di tempo, si tratta quasi sempre di pasti veloci e ipercalorici, rappresentati da qualche merendina o barretta di cioccolata.

Esiste una soluzione per tenere a freno l’appetito e non aumentare di peso allo stesso tempo? Fortunatamente si!

Gli estratti sono un’ottima soluzione per placare la fame e consumare una bevanda ricca di nutrienti senza però avere i sensi di colpa. Scopriamo di più in questo articolo.

Gli estratti per tenere a freno l’appetito

Gli estratti sono dei succhi gustosi e saporiti che possono diventare il nostro migliore alleato per tenere a freno l’appetito. Ci sono tantissime ricette a base di frutta e verdura che possiamo preparare in qualsiasi momento della giornata.

Uno dei maggiori problemi quando si decide di iniziare una dieta ipocalorica è quello di controllare la costante sensazione di fame. In questi casi, il consumo di frutta e verdura sarebbe consigliabile, ma non tutti noi abbiamo l’abitudine o la volontà di consumare questi alimenti così tanto spesso durante la giornata.

Gli estratti diventano quindi la più preziosa soluzione per unire i benefici e il gusto della frutta e della verdura, in un’unica bevanda da consumare al volo. Grazie all’abbondanza di nutrienti contenuti in questi succhi, inizieremo ad avvertire una diminuzione del senso di fame subito dopo averli consumati. Tutto questo si traduce in uno stile di vita più equilibrato, condizione che consente di controllare l’assunzione dei cosiddetti “cibi spazzatura” quando avvertiamo quel fastidioso “languorino” allo stomaco a metà mattina o pomeriggio.

papà mangiare e beve un estratto a pranzo con la sua bambina
Hai già scaricato il Ricettario Hurom "Bere Sano per Vivere Meglio"?
All'interno trovi 276+ ricette innovative per ridare da subito benessere al tuo corpo, richiedi ORA la tua copia!

Come aumentare il senso di sazietà a dieta

Il succo vivo ottenuto con l’estrattore contiene tutti i nutrienti di cui il corpo ha bisogno per ricaricarsi di energia. Nel momento in cui l’organismo riscontra una carenza di alcuni nutrienti essenziali, ci restituisce immediatamente un senso di fame piuttosto fastidioso. Il consumo regolare degli estratti è però in grado di far fronte a questi episodi improvvisi, aiutandoci al contempo anche a perdere peso.

Gli estratti contengono, infatti, tutti i nutrienti essenziali di cui il nostro corpo ha bisogno, e questo ci porta ad avvertire in poco tempo un senso di sazietà che mette a tacere i brontolii del nostro stomaco. Assumendo con regolarità estratti preparati al momento, avremo meno fame e mangeremo di conseguenza meno “cibo spazzatura” ricchi di zuccheri e grassi.

Gli estratti di succo sono però utili anche a prevenire gli attacchi di fame prima che questi si verifichino. Tutto questo assumendo con facilità degli alimenti completamente naturali, e preferibilmente di derivazione biologica, e quindi sani e benefici per tutto il nostro organismo.

Gli estratti più consigliati

Ci sono diversi estratti che possiamo assumere per controllare il nostro peso. In linea generale i succhi a base di verdura sono sempre da preferire a quelli unicamente di frutta, questi ultimi, infatti, contengono tanti zuccheri e possono causare dei picchi glicemiche che mettono sotto stress il nostro organismo sul lungo termine.

Il giusto mix comprende sempre una componente di frutta unita a una di verdura; in questo modo diminuisce l’apporto di zuccheri e grassi introdotti con questi ingredienti.

Se preferiamo la frutta alla verdura, meglio consumare il succo alla mattina, viceversa, possiamo assumere estratti di verdure anche più durante la giornata. I migliori tipi di verdure da utilizzare per gli estratti sono le cosiddette “crucifere”, ossia: rucola, broccoli, cavolo e cavolo riccio.

Tra gli estratti più consigliati possiamo preparare quello verde per eliminare le tossine a base di mele, sedano, cetriolo, spinacini e lattuga. Oppure un succoso estratto a base di arance, carote, lattuga, sedano, cavolo riccio e broccolo.
Il procedimento per la loro realizzazione è sempre lo stesso: lavare accuratamente gli ingredienti, tagliarli a pezzi, inserirli nella brocca e avviare l’estrattore. Il nostro consiglio è quello di consumarli subito, appena fatti, per godere al massimo della freschezze e delle proprietà dl succo, ma in alternativa è possibile anche conservarlo in frigo per 2/3 giorni.

Condividilo!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Inizia oggi a ridare benessere al tuo corpo!

Scopri le 276 ricette innovative che trovi solo in “Bere sano per vivere meglio”.
Oggi puoi avere GRATIS l’ebook già scaricato da 4.382+ Italiani (dal valore di € 19,90)!