Latte vegetale di mandorla o avena: come prepararlo con l’estrattore

Latte vegetale di mandorla o avena: come prepararlo con l’estrattore

Il latte vegetale è un’alternativa salutare e nutriente per tutti coloro che hanno un’intolleranza al glutine o al lattosio, che vogliono seguire una dieta vegana o che vogliono semplicemente evitare di consumare latte di origine animale.

Se anche tu rientri in una di queste categorie probabilmente ti interessa l’autoproduzione casalinga di tanti alimenti: ecco come puoi preparare il latte vegetale direttamente a casa utilizzando il tuo estrattore!

Hai già scaricato il Ricettario Hurom "Bere Sano per Vivere Meglio"?
All'interno trovi 276+ ricette innovative per ridare da subito benessere al tuo corpo, richiedi ORA la tua copia!

Le mandorle o l’avena sono due degli ingredienti principali con cui preparare un ottimo latte vegetale; sono entrambi ricchi di proprietà nutritive e antiossidanti fondamentali per il benessere del tuo organismo, e ti consentono anche di risparmiare tempo e denaro con molta semplicità.

Sacco di mandorle con cui realizzare un bel bicchiere di latte vegetale di mandorle utilizzando l'estrattore

Come preparare il latte di mandorla

Bastano pochi ingredienti per preparare un buon latte di mandorla, con la garanzia di ottenere un prodotto naturale, sano e gustoso.

La prima cosa a cui devi far attenzione è l’ingrediente primario: le mandorle!

È importante utilizzare delle mandorle interamente biologiche, non tostate e non pelate, solo in questo modo puoi avere la certezza di utilizzare un ingrediente dall’alto livello nutritivo.

Una volta che ti sei procurato le mandorle puoi iniziare la preparazione vera e propria del tuo latte vegetale:

  1. Metti le mandorle in ammollo in acqua fredda per un periodo di tempo compreso tra le 12 e le 24 ore.
  2. Spella le mandorle e risciacquale sotto l’acqua corrente per qualche minuto.
  3. Inserisci le mandorle nella brocca dell’estrattore insieme all’acqua.
  4. Avvia l’estrattore e raccogli il latte vegetale in un apposito contenitore.

In pochissimi passaggi puoi ottenere un latte di mandorle genuino e gustoso, preferibilmente da consumare appena estratto per beneficiare al massimo di tutte le sue proprietà nutritive, ma che puoi anche conservare in frigorifero per circa due giorni.

Alcuni conigli: puoi regolare l’intensità del gusto delle mandorle a tuo gradimento semplicemente aumentando o diminuendo la quantità d’acqua utilizzata: per un latte più denso e dal sapore deciso di mandorle riduci la proporzione mandorle-acqua a 1:3 (100g di mandorle ogni 300 ml di acqua).

Puoi anche regolare la colorazione del tuo latte vegetale decidendo se spellare o meno le mandorle: se le inserisci nell’estrattore ancora con la pellicina, il risultato finale sarà un latte più scuro, viceversa, il tuo latte sarà più chiaro e limpido.

Come preparare il latte di avena

Anche il latte di avena è un’ottima alternativa al latte di origine animale ed è ricco di proteine, fibre, e antiossidanti, è efficace nella riduzione del colesterolo e del senso di fame.

Anche per preparare il latte di avena in casa ti bastano pochi ingredienti e il processo è sostanzialmente simile a quello del latte di mandorle:

  • Unisci i fiocchi d’avena con l’acqua e miscelali per circa un minuto.
  • Versa nell’estrattore, a piccole dosi, il mix di acqua e fiocchi d’avena.
  • Aziona l’estrattore e procedi versando progressivamente piccole quantità di acqua e avena fin quando non hai utilizzato tutti gli ingredienti.
  • Versa il latte appena estratto in un apposito contenitore sterilizzato assicurandoti di chiudere bene il coperchio.

Alcuni consigli: Il latte di avena può essere conservato in frigorifero per circa 3-4 giorni, ma ricordati sempre di agitarlo con forza prima di consumarlo perché acqua e avena tendono a separarsi nel tempo a causa dell’assenza di conservanti e addensanti.

Bicchiere di latte di avena appena preparato con l'estrattore

Latte vegetale: perché è importante prepararlo a casa

Produrre in casa il latte vegetale rientra a pieno titolo nella filosofia dell’autoproduzione casalinga, con tutti i benefici e i vantaggi che ne conseguono.

Ecco quindi che produrre il latte di mandorla o quello di avena con il proprio estrattore diventa uno dei modi per seguire una dieta più sana e risparmiare allo stesso tempo.

I principali vantaggi rappresentati dall’autoproduzione casalinga del latte vegetale sono:

  • il controllo sugli ingredienti: hai il totale controllo degli ingredienti delle tue ricette con la certezza della qualità e della genuinità di questi ultimi.
  • il risparmio: secondo alcune ricerche, l’autoproduzione del latte vegetale offre un notevole risparmio rispetto all’acquisto al supermercato, che si attesta tra il 14% e il 49%.
  • la sostenibilità: uno dei principi fondamentali dell’autoproduzione è la riduzione degli sprechi attraverso il riutilizzo completo di tutti gli scarti delle produzioni.
  • la creatività e divertimento: l’autoproduzione richiede sicuramente un dispendio maggiore di tempo, ma allo stesso tempo ti dà la motivazione giusta per liberare la tua creatività, dando origine a ricette e abbinamenti sorprendenti.

Perché il latte vegetale da supermercato non è consigliato

Ci sono diverse ragioni per cui il latte vegetale del supermercato non è molto raccomandabile. Sicuramente il primo fattore da tenere in considerazione è il prezzo d’acquisto: un litro di latte vegetale al supermercato può arrivare a costare anche più di 3,00€/litro contro una spesa media di 0,20/0.40€ per autoprodurre lo stesso prodotto in casa.

La seconda considerazione da fare è quella inerente la qualità e gli ingredienti: il latte vegetale presente al supermercato è quasi sempre ricco di conservanti, addensanti e dolcificanti industriali che vanno ad alterare profondamente la genuinità della materia prima, nonché il gusto e tutte le proprietà nutritive.

La produzione industriale stessa del latte vegetale prevede alcuni processi che vanno ad alterare le proprietà del latte vegetale: gli acidi grassi presenti nei vegetali sono, infatti, molto sensibili al calore, motivo per cui devono essere sottoposti a processi di spremitura a freddo, proprio come fa un estrattore di succo.

Se ti è capitato anche solo di cercare del latte vegetale al supermercato, avrai sicuramente notato che spesso viene venduto con l’aggiunta di altri ingredienti come vaniglia o cioccolato, elementi che vanno a stravolgere profondamente il gusto e le qualità di un vero latte vegetale.

Come preparare il latte di mandorla o di avena con HUROM H200

Hurom H200 ti permette di preparare degli ottimi e genuini latte di mandorla o avena. Con soli 43 giri al minuto, due sistemi di filtraggio e una brocca con una capienza di 400 ml puoi preparare il tuo latte vegetale in tutta semplicità, avendo la certezza di preservare le proprietà degli ingredienti e potendo adattare la preparazione a seconda delle tue preferenze.

Che tu decida di utilizzare le mandorle oppure l’avena, dopo aver miscelato questi due ingredienti con dell’acqua, non dovrai far altro che versare il composto nella brocca dell’estrattore e avviare la macchina: in pochi minuti il tuo latte vegetale è pronto!

Dopo aver imbottigliato il latte non ti resta che pulire l’H200 semplicemente passando i componenti sotto dell’acqua corrente e lasciarli asciugare. In questo modo il latte vegetale non mancherà mai nel tuo frigo e potrai consumarlo e rifarlo tutte le volte che desideri.

In questo punto possiamo inserire la sidebar e tutto quello che vogliamo.
Condividilo!
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Inizia oggi a ridare benessere al tuo corpo!

Scopri le 276 ricette innovative che trovi solo in “Bere sano per vivere meglio”.
Oggi puoi avere GRATIS l’ebook già scaricato da 4.382+ Italiani (dal valore di € 19,90)!